Il CLUB EPOREDIA 4x4 ed il logo con cui si presenta nasce ufficialmente nei primi anni del 2000 da un gruppo di amici,alcuni provenienti da altri club presenti nel territorio, appassionati di viaggi, di motori ed in particolare delle discipline del fuoristrada.

L’entusiasmo, il piacere di condividere una passione, oltre al sostenere equipaggi impegnati su gare a livello nazionale e mettere a disposizione della protezione civile uomini e mezzi , ha permesso per oltre quindici anni di organizzare numerose manifestazioni, svolte a promozione del territorio Canavesano ed i suoi prodotti.

Manifestazioni come l’“On Eporedia’s River Banks” proposta per 11 edizioni, sempre ricca di nuovi percorsi panoramici ed impegnativi, riconosciuta dagli appassionati, anche d’oltrAlpe, come appuntamento cult da ripetersi annualmente.

Le “Epo-nights”, copiate da molti altri club, in grado di creare con il suggestivo fascino della notte imprevedibili difficoltà ed in particolare grossi problemi di orientamento.

L’utilizzo per alcuni anni di un terreno incolto lontano dalle zone abitate, dove era stato tracciato un percorso naturale con diversi gradi di difficoltà dove i soci del club potevano avevano la possibilità di portare al limite i propri mezzi. Il percorso era stato messo a disposizione della protezione civile per stage di addestramento o al centro sviluppi FIAT per fare test sui nuovi prodotti 4x4. Il terreno era stato messo a disposizione dal comune di Tina fino al 2010, anno in cui ci è stato negato l’uso a fronte di nuovi piani di sviluppo territoriale; che ad oggi non hanno avuto nessun progresso.

Sebbene tutti i percorsi proposti e le attività svolte, siano sempre state gestite con estrema serietà e con ogni necessario permesso, negli ultimi anni molti comuni negano il transito entro i loro confini, attribuendo la distruzione degli sterrati e delle strade bianche al passaggio, regolamentato per una o due volte l’anno, di 30 o 40 macchine.

Il club da sempre rifiuta questa visione negativa ponendosi invece in modo positivo come uno strumento utile a mantenere il controllo, la pulizia e la percorribilità delle strade sterrate. Ma ad oggi dobbiamo prendere atto dell’impossibilità di potersi confrontare in maniera costruttiva.

Ferma la volontà di continuare ad essere il modo di incontrare appassionati della stessa disciplina, sempre senza scopo di lucro, il club ha rivisto il proprio modo di proporsi, mettendo a frutto le conoscenze ed esperienze di tutti i soci.

Proponendo a chi vuole provare l’esperienza della guida in fuoristrada ma non possiede un mezzo adeguato, o chi ha il mezzo e vuole mettersi alla prova su percorsi non usuali; in pochi minuti dalla partenza si affronteranno tra i profumi della campagna o dei boschi e gli scorci offerti dalle ridenti colline: sterrati, mulattiere, pietraie e tratti sabbiosi vicino agli argini dei fiumi che attraversano l’anfiteatro della serra morenica.

Oggi il club è in grado di proporre e/o aiutare nell’organizzazione i propri soci ed amici per viaggi nel nord Africa, uscite di uno o più giorni in altre zone d’Italia e di paesi oltre confine; dove anche questo genere di sport è visto come un’opportunità di sviluppo del territorio.

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare la segreteria

 

Questo sito fa uso di cookie. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy premendo il tasto "Normativa estesa". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.